Furore read along #1

Ciao lettori 

Oggi parliamo della prima tappa del nostro Furore  read along. Oggi parlerò dei primi sei capitoli di quest’opera soffermandomi su tematiche, ambientazioni e personaggi che mi hanno colpita maggiormente; ad ogni capitolo affiancherò una parola chiave e mi farebbe molto piacere sapere quali sono secondo le vostre parole chiave per questa tappa!

CAPITOLO 1 ~POLVERE 

il nostro viaggio inizia “ Sulle terre rosse e su una parte delle terre grigie dell’Oklahoma” una delle caratteristiche della scrittura di Steinbeck che non smetterà mai di stupirmi è l’estrema meticolosità con cui egli descrive gli scenari paesaggistici delle sue opere di fatti questo primo capitolo introduttivo ricorda molto il primo capitolo di “uomini e topi”. Nel primo capitolo la parola “polvere” viene ripetuta per ben 11 volte e tutte le minuziose descrizioni che Steinbeck ci regala sono finalizzate ad enfatizzare l’aridità del territorio in cui si svolge la vicenda.

CAPITOLO 2 ~OMICIDIO 

Nel secondo capitolo  ci viene presentato Tom Joad protagonista della storia che chiede un passaggio ad un autista di un camion per tornare a casa. L’autista inizialmente reticente accetta di offrire a Tom un passaggio per un tratto breve di strada durante il quale gli pone molte domande e osservandolo attentamente giunge alla conclusione che Joad è un ex galeotto e noi scopriamo che era stato condannato per omicidio o per dirlo utilizzando le sue parole “È un parolone… vuol dire che ho ammazzato uno “.

CAPITOLO 3 ~TARTARUGA 

Il terzo capitolo è una digressione sul paesaggio  arido che ci è stato descritto nel primo capitolo; questa volta però Steinbeck non si limita a descriverci solo la flora ma si  cimenta anche in una minuziosa descrizione della fauna di quei luoghi indugiando in particolare sull’avanzare lento e difficoltoso di una tartaruga che si trovava sul bordo della strada. Lo so che vi starete chiedendo… tutto questo che importanza ha? Ebbene Steinbeck anche in uomini e topi (come si intuisce dal titolo stesso dell’opera) inserisce nella narrazione digressioni di varia natura su degli animali ( pensiamo ad esempio al topolino che Lennie voleva a tutti i costi accudire oppure al vecchio cane di Candy che viene sparato da Carlson) che diventano delle figure retoriche che l’autore utilizza per parlarci della vita: anche in questo caso (a mio avviso) la presenza della tartaruga è tutto fuorché Casuale. A tal proposito ho delle considerazioni da fare:

  • La tartaruga è un animale notoriamente lento.
  • il suo avanzare fiacco è causato dal peso della sua corazzata sotto la quale vive e che deve trascinarsi dietro.
  • Viene inoltre scaraventata più volte via da automobili  e furgoni che non si accorgevano ( o non volevano accorgersi) della sua presenza sul ciglio della strada  

A mio avviso la tartaruga qui rappresenta tutti gli uomini e le donne che sono costretti ad abbandonare le loro case e assieme alle proprie famiglie iniziano una lenta e dolorosa dipartita dalle loro città per recarsi altrove, ignorati sia dai ricchi borghesi il cui unico scopo è arricchirsi sempre più sia dai loro stessi amici e conoscenti che non agiscono per aiutarli. Inoltre verrà presa da Tom Joad come regalo per i suoi fratellini, quindi forse la tartaruga è un foreshadowing della storia del protagonista stesso? Cosa ne pensate di questo capitolo? Cosa significa secondo voi la tartaruga? 

CAPITOLO 4 ~PECCATORI  

Nel quarto capitolo ci viene presentato un altro personaggio della storia, l’ex reverendo Jim Casy. Casy non predica più perché non è più  sicuro di cosa sia (e dove si trovi) lo Spirito Santo. Questo personaggio mette dunque in discussine i dogmi sacri della religione cattolica e per questo Steinbeck (quasi come se volesse punirlo della sua impudenza) lo colloca in un capitolo dove compaiono espressione e parole come:

  • Inferno
  • Bruceranno all’inferno 
  • Dannatamente
  • Peccato
  • Diavolo

Leggendo il quarto capitolo dell’opera ho avuto come l’impressione che Jim Casy e Tom Joad fossero due peccatori che si incontrano su una strada dove  “Fa un caldo d’inferno[…]”  e intraprendono un cammino insieme quasi come se volessero rappresentare una versione perversa di Dante e Virgilio che si incamminano nelle profondità dell’Inferno che in questo caso è il mondo dei vivi.

CAPITOLO 5 ~IL MOSTRO 

Così come nel terzo capitolo anche in questo caso l’autore sceglie di condurre una digressione nello specifico in questo capitolo si tratta di un flashback che ci permette di capire cosa sia  successo alla fattoria della famiglia di Tom (che come ci viene svelato alla fine del quarto capitolo è vuota e abbandonata).  Nel quinto capitolo inoltre Steinbeck “scopre le sue carte” e palesa che la terra (dove si ergono le fattorie )è della banca e la banca viene descritta come “il mostro” e il mostro vuole radere al suolo tutte le fattorie perchè  un solo uomo con un trattore poteva prendere il posto di quattordici famiglie, per massimizzare i profitti del terreno e tagliare i costi.

Non potendo uccidere  il mostro (ne tantomeno combatterlo ad armi pari)  mezzadri intraprendono l’unica strada percorribile: l’esodo.E sotto consiglio del portavoce del mostro decidono di recarsi ad Ovest in California ossia un posto dove “[…] c’è lavoro, e non fa mai freddo. Davvero, lì basta allungare una mano e si raccoglie un’arancia”.

CAPITOLO 6 ~RICERCA 

In questo capitolo Joad comprende che deve essere accaduto qualcosa di grave grazie all’intervento di un altro personaggio chiamato Muley Graves che gli spiega che i suoi genitori sono stati costretti ad abbandonare la fattoria dal mostro ed erano probabilmente in marcia verso la California. Joad non sa come rintracciare la famiglia che non sente da 4 anni, non può di certo scrivere al padre (perché il Tom Joad senior non ama le lettere) dunque decide di recarsi a dallo zio John accompagnato dai suoi due nuovi compagni di viaggio improvvisati.

Quale di questi primi sei capitoli vi ha colpito maggiormente? Quali parole chiave avete individuato in questi sei capitoli?

3 commenti

    1. handwrittenbooks ha detto:

      Grazie mille ❤

      "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...